rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Riportata con l'inganno in patria e fatta abortire, Farah è rientrata in Italia

La 19enne è atterrata all'aeroporto di Malpensa nella mattinata di giovedì, dopo alcuni giorni trascorsi nella residenza dell'ambasciatore italiano ad Islamabad, in Pakistan

Farah è tornata in Italia: alle 7.30 il suo volo in arrivo da Abu Dhabi è atterrato all'aeroporto di Malpensa. 
A riferirlo è l'Ansa, secondo la quale la 19enne pakistana residente a Verona, avrebbe passato i controlli di rito, per poi uscire dallo scalo da un passaggio secondario. 
La ragazza era rimasta incinta nel corso di una relazione con un suo coetaneo veronese e a quel punto sarebbe stata riportata in patria con l'inganno dai suoi familiari e costretta ad abortire: ora, dopo alcuni giorni trascorsi nella residenza dell'ambasciatore italiano ad Islamabad, è stata fatta rientrare nel Bel Paese. 
Prenderanno ora il via tutti gli approfondimenti del caso, utili a fare chiarezza sulla vicenda. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riportata con l'inganno in patria e fatta abortire, Farah è rientrata in Italia

VeronaSera è in caricamento