Segregata in Pakistan e costretta ad abortire. Farah è stata liberata

Si troverebbe al sicuro insieme a dei rappresentanti delle autorità italiane dopo l'intervento delle forze di polizia pakistane a Islamabad

Farah è libera. La ragazza pakistana cresciuta a Verona portata con l'inganno nel suo paese e costretta ad abortire è stata liberata dalle forze di polizia pakistane a Islamabad e si troverebbe al sicuro insieme a dei rappresentanti delle autorità italiane, come riportato da Ansa.

La giovane 20enne ieri, 17 maggio, aveva inviato un messaggio vocale al suo fidanzato, un ragazzo di origine pakistana ma adottato da una famiglia veronese e quindi cittadino italiano. Gli ha raccontato di essere tornata in Pakistan perché si era fidata dei suoi familiari, ma che una volta arrivata è stata tenuta legata per otto ore e poi costretta ad abortire.

Il viaggio in Pakistan è avvenuto a febbraio. Farah aveva detto che sarebbe tornata nel giro di una settimana e invece per mesi non si è fatta più vedere né sentire. Poi qualche settimana fa i primi messaggi di aiuto alle amiche, inviati via Whatsapp. Il suo caso è stato seguito dalla Digos ed è stato chiesto l'impegno anche del Ministero degli Esteri, perché la giovane temeva per la sua vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora i suoi giorni di segregazione sono finiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento