rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

"Famiglia a braccia aperte" per l'affidamento

Il convegno organizzato dall'Ulss 21 perm promuovere la solidariet

Famiglia a braccia aperte. Accogli un bambino nella tua casa perché possa tornare sereno nella sua” è il titolo dell’incontro che si terrà il 20 febbraio nel centro per la famiglia “La rete” di Cerea, in piazza Fratelli Sommariva.

Un appuntamento introduttivo per costruire percorsi formativi rivolti alle persone e alle famiglie che vogliono avvicinarsi alla realtà dell’affido familiare, per informarle sugli orientamenti regionali in materia, sui compiti del Centro Servizi per l’Affido e la Solidarietà Familiare (CASF) e su come i servizi dell’Azienda Ulss 21 possono rispondere ai bisogni di protezione e cura dei minori. Si coglierà l’occasione anche per presentare i corsi di formazione in programma nel mese di marzo organizzati dall’Azienda Ulss 21 in collaborazione con le associazioni affidatarie del territorio: Papa Giovanni XXIII, Famiglie per l’accoglienza, Movimento per l’Affido e l’Adozione, Una Famiglia in Più e il Centro per la Famiglia “La rete”.


“L’intento di questi incontri- spiega Raffaele Grottola, Direttore di Servizi Sociali dell’Azienda Ulss 21- è promuovere una cultura della solidarietà e garantire ai minori con situazioni di disagio familiare e sociale di vivere e crescere in una famiglia accogliente e garantendo un percorso di affido a famiglie disponibili e motivate. Questa iniziativa è parte di un percorso territoriale più ampio che l’Azienda Ulss 21, d’intesa con i 25 comuni associati e con il privato sociale impegnato nell’area minorile, sta attuando per analizzare il fabbisogno di protezione e cura dei minori del territorio e per valorizzare e sviluppare le risorse accoglienti, tra cui giocano un ruolo di primaria importanza proprio le esperienze di affido familiare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Famiglia a braccia aperte" per l'affidamento

VeronaSera è in caricamento