Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via Legnago

Fornisce false identità ai carabinieri, su di lui pendeva un ordine di carcerazione

I militari lo hanno sorpreso in un bar di Via Legnago a Verona. Doveva scontare 5 mesi di reclusione per violazione delle norme sull'immigrazione. Ora deve rispondere anche di falsa attestazione delle proprie generalità a pubblico ufficiale

Mercoledì scorso, 2 giugno, i carabinieri della sezione Radiomobile di Verona hanno operato un controllo in un bar di Via Legnago. All'interno del locale c'erano tra cittadini stranieri che stavano consumando al tavolo. Alla richiesta dei militari, due dei tra hanno mostrato il loro documento di identità, mentre il terzo ha dichiarato di aver lasciato i documenti in casa a Milano. Il ragazzo ha poi proseguito fornendo nomi e cognomi diversi ed inesistenti nelle banche dati. A quel punto i militari hanno condotto il giovane in caserma.

In caserma, i carabinieri sono risaliti alla reale identità del ragazzo di nazionalità tunisina e nato nel 1995. I militari hanno così dimostrato che il giovane, al bar, aveva fornito generalità false. Inoltre, durante le verifiche, è stato scoperto che su di lui pendeva un rintraccio per l'esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Agrigento. Il ragazzo doveva espiare una pena di 5 mesi per violazione delle norme sull'immigrazione e probabilmente per questo non aveva rivelato la sua vera identità.

Il giovane è stato dunque portato in carcere dove dovrà rispondere anche del reato di falsa attestazione delle proprie generalità a pubblico ufficiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fornisce false identità ai carabinieri, su di lui pendeva un ordine di carcerazione

VeronaSera è in caricamento