Cronaca

Facebook lo tradisce, in manette un truffatore veronese all'estero

L'uomo aveva fatto perdere le sue tracce dopo aver subito una condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione, ma grazie alle foto da lui pubblicate sul social network è stato rintracciato

Scappato all'estero dopo essere stato condanato a 3 anni e 4 mesi di carcere, un truffatore veronese è stato rintracciato dalla squadra mobile scaligera grazie ad alcuni elementi che avrebbe pubblicato su Facebook.

È quanto è successo ad A.P., fuggito in Spagna, che si è reso protagonista anche nella penisola iberica di frodi con carte di credito clonate. I sospetti della polizia scaligera sono stati confermati anche dalle forze dell'ordine spagnole, che hanno confermato il coinvolgimento del criminale con un'organizzazione rumena dedita all'attività di "skimming".

Secondo le forze dell'ordine, l'indagato trafugava e riforniva due veronesi, già arrestati mentre utilizzavano le carte di clonate, dei codici delle rispettive carte. Grazie all'aiuto della polizia postale, si è scoperto che l'uomo usava Facebook, inizialmente con un profilo falso e successivamente con uno autentico, pubblicando foto che hanno portato alla sua esatta localizzazione. 

La procura di Trento ha poi provveduto all'unificazione delle pene dei vari crimini, dando via alle procedure necessarie per ottenere un mandato di cattura europeo.

Nelle foto che sono costate l'arresto del fuggitivo, sono presenti le immagini di un albergo sulla Costa Brava a Tossa de Mar e quelle di un ristorante di Cordoba dove sono scattate le manette e conseguente estradizione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Facebook lo tradisce, in manette un truffatore veronese all'estero

VeronaSera è in caricamento