rotate-mobile
Cronaca

Evade per 500 mila euro In manette imprenditore

E' stato arrestato con l'accusa di bancarotta fraudolenta

La Guardia di Finanza ha arrestato un imprenditore, titolare di una ditta con sede a Peschiera del Garda, con l’accusa di bancarotta fraudolenta.

L’uomo, tra il 2006 ed il 2007, operava nel commercio di autovetture, che venivano acquistate da fornitori europei e rivendute a concessionari italiani evadendo totalmente l’Iva secondo lo schema delle “frodi carosello”. Nel caso specifico, l’imprenditore rivendeva le automobili ad un prezzo inferiore rispetto a quello che aveva pagato al fornitore e, per colmare la differenza tra le due somme, tratteneva parte dell’imposta sulle vendite, mentre il restante finiva direttamente nelle tasche dell’arrestato. Nel 2008 era stata avanzata l'istanza di fallimento ed i finanzieri sono stati incaricati di approfondirne le cause.


Proprio durante questi accertamenti si è appurata la mancanza di alcuni libri contabili ed il guadagno illecito intascato dall’imprenditore dall’evasione dell’Iva è stato quantificato dall’Agenzia delle Dogane di Verona in oltre 500 mila euro. La possibile reiterazione del reato, oltre che all’ovvio pericolo di fuga dell’imprenditore stesso, hanno reso necessario l’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade per 500 mila euro In manette imprenditore

VeronaSera è in caricamento