rotate-mobile
Cronaca

Evade gli arresti domiciliari, torna in carcere l'avvocato

Secondo gli inquirenti non si sarebbe fatta trovare al momento del controllo della squadra mobile

Evade gli arresti domiciliari e per questo ritorna in carcere. È accaduto ieri pomeriggio, quando i poliziotti della squadra mobile hanno accompagnato un avvocato, nella casa circondariale di Montorio.

Il professionista, iscritta all’albo del consiglio dell’ordine degli avvocati di Crotone, ma ormai da molti anni operante nel territorio veronese, si trovava agli arresti domiciliari, come già emerso qualche settimana fa, in quanto destinataria, col fratello, anch’egli avvocato, di una precedente ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip lo scorso 10 gennaio, per favoreggiamento all’ingresso ed alla permanenza di immigrati stranieri clandestini.


Secondo gli investigatori l’aggravamento della misura cautelare, che avrebbe comportato l’accompagnamento della donna presso il carcere Montorio, è stato disposto dal gip dopo che alla stessa era stato segnalato, grazie ai ripetuti e puntuali controlli effettuati anche dai carabinieri che in particolare il 28 gennaio scorso non sarebbe stata rintracciata presso il luogo di detenzione domiciliare, nè avrebbe risposto al telefono, contravvenendo quanto chiunque è tenuto a sapere nel momento in cui si trova agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade gli arresti domiciliari, torna in carcere l'avvocato

VeronaSera è in caricamento