Evade dai domiciliari per fare un giro in auto, ma viene beccato e arrestato

I carabinieri di San Giovanni Ilarione lo hanno trovato in giro per il paese, nonostante non avesse alcuna autorizzazione per abbandonare la sua abitazione, e quindi è finito nuovamente in manette

Martedì i carabinieri della stazione di San Giovanni Ilarione lo hanno sorpreso in giro per il paese a bordo della propria auto, il 38enne marocchino, cittadino italiano, però doveva trovarsi ai domicliari ed è stato quindi arrestato nuovamente. 

Erano circa le 12, e i militari stavano svolgendo la consueta vigilanza del centro cittadino, quando hanno notato il nordafricano vagare in macchina per il paese. Il suo volto era noto alle forze dell'ordine del posto, che il 26 maggio gli avevano messo le manette ai polsi per rapina, danneggiamento e lesioni ai danni di un uomo di Vestenanova, reati per i quali il giudice del tribunale di Verona aveva disposto gli arresti domiciliari nei suoi confronti.
I carabinieri quindi hanno proceduto al suo controllo e, una volta appurato che l’uomo non aveva alcuna autorizzazione ad allontanarsi dalla propria abitazione, lo hanno arrestato ancora.

Nella mattinata di martedì il tribunale di Verona, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto il prosieguo della precedente misura cautelare in atto, quella degli arresti domiciliari, in attesa dello svolgimento dell’iter processuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento