Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Bussolengo

Evasa dai domiciliari per «prendere una boccata d’aria» in bici, viene mandata in carcere

Venerdì era uscita di casa nonostante la misura cautelare, ma aveva incontrato i carabinieri di Bussolengo che l'avevano arrestata. Alcuni giorni dopo il tribunale ha deciso di sostituire la misura e la 35enne è stata accompagna a Montorio

I carabinieri di Bussolengo

Era uscita di casa per fare un giro in bici, ma si trovava confinata ai domiciliari. I carabinieri della stazione di Bussolengo, nel pomeriggio di martedì 6 luglio, hanno accompagnato nel carcere di Montorio M.M., donna di 35 anni di origini serbe, che qualche giorno prima era stata arrestata dagli stessi per evasione.

Nonostante fosse sottoposta alla misura cautelare, la 35enne aveva lasciato la propria residenza di Bussolengo per fare una passeggiata in bicicletta e «prendere una boccata d’aria», come da lei riferito al momento del controllo. 
Nel processo che si è svolto il giorno successivo con rito direttissimo, il giudice ha disposto il ripristino degli arresti domiciliari e rinviato l'udienza ad altra data, dopo aver accolto “i termini a difesa” richiesti dal suo legale.

Il Tribunale di Brescia, che aveva indagato la donna poiché indiziata di gravi reati, quali spaccio di sostanze stupefacenti, sequestro di persona e lesioni personali, emettendo il provvedimento cautelare dei domiciliari: avuta notizia della grave violazione delle prescrizioni previste dalla misura restrittiva, ha deciso di sostituire quest’ultima con un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, che i carabinieri di Bussolengo hanno eseguito immediatamente prelevando M.M. dalla sua abitazione per condurla nel carcere di Montorio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasa dai domiciliari per «prendere una boccata d’aria» in bici, viene mandata in carcere

VeronaSera è in caricamento