Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via Santa Teresa

Prostituta rumena arrestata per estorsione ai danni di un anziano veronese

La ragazza 25enne ha prima preteso di essere ospitata in casa del suo cliente abituale, per poi sottrargli di nascosto un prezioso anello e il giorno successivo ricattarlo nel tentativo di estorcergli la somma di 200 euro

Nel pomeriggio di ieri lunedì 29 settembre è stata arrestata una giovane donna 25enne di origini rumene, dedita alla prostituzione, per estorsione ai danni di un uomo classe 48 originario di Verona. Tra i due esisteva un rapporto basato su saltuarie prestazioni sessuali che durava da circa due anni, ma nell'ultima occasione qualcosa è andato storto. Come ha poi raccontato ai Caabinieri, nell'ultimo periodo era spesso l'uomo stesso ad essere contattato direttamente dalla ragazza, nel caso in cui quest'ultima avesse bisogno di soldi.

Nella serata di domenica la giovane aveva chiamato il suo cliente abituale per offrirgli una prestazione in cambio di 200 euro; l'uomo aveva però rifiutato non avendo disponibilità economiche in quel frangente. Ma la prostituta non si era data per vinta, ottenendo alla fine di potersi recare ugualmente al suo appartamento: una volta incontratisi a casa dell'uomo, la ragazza aveva promesso in cambio di 20 euro una minima prestazione sessuale, invitando il suo cliente ad aspettarla in camera da letto. Tuttavia dopo qualche istante passato disteso sul letto, l'uomo si è accorto che la ragazza se n'era già andata dalla sua abitazione. Rassegnato all'idea di aver perso i 20 euro, l'uomo il giorno seguente ha però realizzato una cosa ben più grave: da casa sua era infatti sparito un prezioso anello che oltre al valore materiale aveva anche un valore affettivo molto grande, essendo appartenuto prima al nonno e poi al padre dell'individuo.

La giovane rumena, essendo nell'impossibilità di rivendere un gioiello del valore di oltre 1.000 euro, non ha mancato di telefonare al suo cliente abituale per proporgli uno scambio: 200 euro in cambio dell'anello. In preda al panico, il veronese ha contattato i Carabinieri raccontando i fatti e con il loro aiuto è stata organizzata una trappola per incastrare la ragazza. L'incontro tra i due si è svolto nei pressi della chiesa di via Santa Teresa e, subito dopo che l'uomo aveva scambiato 4 banconote da 50 euro con il suo gioiello, la prostituta rumena è stata fermata dai Carabinieri che rinvenendo nella sua borsetta il denaro estorto hanno potuto arrestarla per il tentativo di estorsione e denunciarla per il furto dell'anello. Il Giudice Luciano Gorra ha poi convalidato l'arresto e scarcerato la ragazza, essendo incensurata, disponendo il rinvio dell'udienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta rumena arrestata per estorsione ai danni di un anziano veronese

VeronaSera è in caricamento