Per paura di essere espulso, colpisce un agente e prova a scappare

Il 37enne era irregolare sul territorio nazionale, così la Questura ha avviato le pratiche di espulsione, ma lo straniero ha cercato la fuga finendo invece in manette e ora attende in carcere il processo a suo carico

Agenti della Polizia davanti a Castelvecchio

Temeva di essere espulso dal Paese, così ha cercato di sfuggire agli agenti della Questura di Verona, venendo infine arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. 
Era circa l'una della notte tra martedì e mercoledì, quando la segnalazione della centrale operativa ha avvisato le Volanti della presenza di due persone sospette dietro l’Ufficio della Stazione Carburante “Rete Italia” di via Basso Acquar.

I poliziotti, immediatamente inviati sul posto per un controllo, hanno intercettato due uomini, entrambi cittadini stranieri privi di documenti. Al fine di poter procedere all’identificazione, ambedue sono stati condotti presso gli uffici di lungadige Galtarossa, dove gli accertamenti effettuati hanno consentito di risalire alla loro identità. In particolare, gli agenti hanno riscontrato che A.K., 37enne di nazionalità marocchina, era irregolare sul territorio nazionale. Al fine di poter avviare la procedura di espulsione, l’uomo è stato precedentemente condotto presso il Palazzo della Sanità di Verona, in via Salvo D’Acquisto, per essere sottoposto alle visite mediche. La procedura di routine, effettuata per valutare lo stato di salute dell'individuo e la compatibilità di questo con l’accompagnamento verso uno dei C.I.E. (Centri di Identificazione ed Espulsione), è stata eseguita dal personale sanitario intorno alle 12.30, sotto l’attenta vigilanza degli operatori di Polizia che, una volta ricevuto l’esito positivo dei medici, hanno preso nuovamente in consegna il cittadino straniero al fine di condurlo in Questura per la prosecuzione della pratica.

Ma, appena arrivato nei pressi dell’auto di servizio, A.K. avrebbe colpito uno degli agenti e, dopo essere riuscito a gettarlo a terra procurandogli lesioni refertate con 8 giorni di prognosi, si sarebbe dato alla fuga. L’altro poliziotto però, che fortunatamente non ha riportato lesioni, è riuscito ad intercettare il cittadino straniero all’interno di una sala bingo dove aveva trovato rifugio, dopo un breve inseguimento.

Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, l’uomo è stato condotto in Questura dove è stato trattenuto presso le camere di sicurezza fino a mercoledì mattina.
A.K. è comparso davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto e la contestuale applicazione della misura cautelare in carcere, ha disposto, in sede di direttissima, il rinvio dell’udienza al prossimo 18 settembre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento