Espulsi quattro clandestini sorpresi nel parcheggio dell'aeroporto Catullo

A rintracciarli sono stati gli agenti della Polizia di Frontiera di Verona. Hanno dichiarato di essere afghani, e hanno ammesso di essere giunti clandestinamente in Italia

(Foto di repertorio)

Era l'alba di lunedì 26 novembre, quando gli agenti dell’Ufficio di Polizia di Frontiera di Verona stavano vigilando la zona dell'aeroporto Valerio Catullo, dove hanno rintracciato quattro persone sospette nella zona del parcheggio low cost.

Si trattava di giovani ragazzi di etnia mediorientale e privi di documenti, che sono stati così accompagnati presso l'ufficio di polizia dello scalo dove hanno dichiarato di essere afghani, declinando le loro presunte generalità, e di essere giunti clandestinamente in Italia.

Gli stranieri, dopo essere stati sottoposti ai rilievi fotodattiloscopici, sono stati così subito espulsi dall’Italia con provvedimento del Prefetto di Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento