Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Peschiera del Garda / Piazzale Cesare Betteloni

Recupero corpi e oggetti sommersi: la polizia si esercita nelle acque del Garda

Il Servizio Reparti Speciali della Polizia di Stato ha organizzato un'esercitazione che che si svolgerà sull'intero bacino del lago per affinare le modalità di ricerca con i mezzi e gli strumenti tecnologici in dotazione

Nelle giornate del 26, 27 e 28 gennaio il Servizio Reparti Speciali della Polizia di Stato ha organizzato un’esercitazione nelle acque del Lago di Garda con lo scopo di affinare la sinergia tra le varie componenti specialistiche della Polizia di Stato che concorrono nell’attività di ricerca di corpi umani ed oggetti sommersi.
La base operativa delle attività programmate sarà negli uffici della Squadra Nautica ubicati a Peschiera del Garda e le operazioni di ricerca si svolgeranno sull’intero bacino del Lago di Garda.

Saranno coinvolte nell’esercitazione personale e mezzi della Squadra Nautica della Polizia di Stato di Peschiera del Garda, 2 unità cinofile della Polizia di Stato dell’Ufficio di Polizia di Frontiera di Malpensa per la ricerca resti umani, un team di 4 sommozzatori del Centro Nautico e Sommozzatori della Polizia di Stato di La Spezia, un’unità navale con equipaggio della Squadra Nautica della Polizia di Stato di Riva del Garda, ricercatori del Consiglio Nazionale della Ricerca di Genova, esperti in tecnologia robotica subacquea e scienze marine forensi ed un team di Volontari del Garda.
Nel corso delle tre giornate di esercitazione il personale affinerà le modalità di ricerca con i mezzi e gli strumenti tecnologici in dotazione avvalendosi di apparecchiature sonar e ROV (remotely operated vehicle-veicolo sottomarino pilotato da una postazione remota), mentre le Unità cinofile svolgeranno esercizi di ricerca a profondità crescente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recupero corpi e oggetti sommersi: la polizia si esercita nelle acque del Garda

VeronaSera è in caricamento