rotate-mobile
Cronaca Negrar

Costretti a passare la notte in bivacco sulle Dolomiti, escursionisti recuperati in elicottero

Un 45enne di Negrar ed un 33enne bresciano erano partiti dalla Val da Rin ed avevano raggiunto il Bivacco Fanton, dove sono rimasti bloccati dalla neve e dal ghiaccio

Un 45enne veronese ed un 33enne bresciano hanno dovuto passare la notte scorsa sulle Dolomiti perché bloccati da ghiaccio e neve. I due escursionisti sono stati recuperati questa mattina, 15 maggio, con l'elicottero che li ha riportato alla loro auto.

L'allarme è arrivato intorno alle 22 di ieri sera. Un amico dei due escursionisti in difficoltà, il quale non si trovava con loro, ha chiamato il 118 ed ha segnalato quanto era caduto. Due uomini, uno di 45 anni di Negrar e l'altro di 33 anni di Poncarale, erano partiti per un'escursione dalla Val da Rin ed avevano raggiunto il Bivacco Fanton sulla Forcella Marmarole, tra il Monte Froppa e la Cresta degli Invalidi, ad Auronzo di Cadone, nel Bellunese. I due, però, non erano più in grado di tornare indietro in sicurezza, perché la neve e il ghiaccio avevano reso pericoloso il loro percorso.

Messi in contatto con il soccorso alpino di Auronzo, gli escursionisti hanno confermato di avere il necessario per passare la notte in bivacco. L'accordo è stato quindi quello di risentirsi la mattina seguente per verificare se ci fossero le condizioni per un rientro in autonomia.

Questa mattina, i due hanno confermato le condizioni pericolose per una discesa per cui non erano attrezzati. E così, verso le 9.30, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore li ha raggiunti e imbarcati, per trasportarli in Val da Rin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costretti a passare la notte in bivacco sulle Dolomiti, escursionisti recuperati in elicottero

VeronaSera è in caricamento