Escursionista veronese di 50 anni trovato morto nella zona di Cima Trappola

Era partito per stare via da casa un paio di giorni con l'intenzione di attraversare la zona tra Lessini e Carega, ma un incidente gli è stato fatale mentre cercava di raggiungere rifugio Boschetto

È finita in tragedia l'escursione di un appassionato della montagna, che aveva deciso di allontanarsi da casa per un paio di giorni con l'intenzione di attraversare la zona tra Lessini e Carega, restando così a pieno contatto con la natura. Ma la sua ultima comunicazione è giunta ai familiari alle 21 di lunedì, quando con un sms ha spiegato la sua idea di scendere al rifugio Boschetto: nella foresta di Giazza però non ci è mai arrivato e i tentativi dei parenti di rimettersi in contatto con lui sono risultati vani. È partito quindi l'allarme al Soccorso Alpino, che ha mobilitato la sezione trentina. Le ricerche si sono concluse in breve tempo, quando il corpo del 50enne è stato avvistato in un canalone. A tradirlo probabilmente sono stati buio e vegetazione, mentre da Cima Trappola cercava di scendere verso il rifugio. 
Secondo quanto viene affermato sul giornale L'Arena, il 50enne veronese (di cui non sono state fornite le generalità), intendeva percorrere un pezzo di sentiero che si snoda lungo il vecchio confine austroungarico. 
I soccorritori hanno quindi provveduto al recupero della salma, portata poi nel cimitero monumentale di Ala, con i parenti che erano già partiti alla volta del Trentino. Sull'episodio stanno indagando anche i carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento