menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilancio di previsione, l'esame in Consiglio. Ass. Paloschi: "Nessuna variazione rilevante"

"Il bilancio 2017 - ha affermato l'Ass. Paloschi durante la sua illustrazione nella seduta del Consiglio comunale di giovedì 26 gennaio - non presenta variazioni di particolare rilievo rispetto alla tendenza degli ultimi anni"

È iniziato in Consiglio comunale l’esame del bilancio di previsione per gli anni 2017, 2018 e 2019. Il bilancio 2017 pareggia nel corrente esercizio a 554.936 milioni. Le spese correnti presentano per il 2017 un totale di 298,4 milioni, di cui 1,7 di fondo pluriennale vincolato per un importo netto quindi di 296,3 che rappresenta la spesa di effettiva competenza. Nel 2016 la spesa corrente era pari a 305,6 milioni di euro, di cui 8.4 di fondo pluriennale vincolato per un importo netto quindi di 297,2. Le principali voci di spesa oggetto di variazione sono: minori spese per il personale per circa 1,1 milione di euro e minori spese per utenze per circa 600 mila euro. Entrambe le voci sono previste in ulteriore diminuzione in continuità con l’andamento già registrato nel 2016; minori interessi passivi per circa 300 mila euro per effetto della politica di contenimento del debito già avviata da diversi anni e che proseguirà anche nel 2017; maggiori spese per strade-verde e per polizia municipale (in particolare per la postalizzazione delle multe) per 1 milione di euro.

Le principali voci di entrata che subiranno variazioni rispetto all’esercizio precedente sono le minori sanzioni relative al codice della strada previste in diminuzione di circa 1 milione di euro, sulla base dell’andamento effettivamente registrato a conclusione dell’esercizio 2016, e i minori dividendi per circa 500 mila euro. Tale voce conterrà infatti soltanto gli utili di Agsm e di Autostrada Brennero, rispettivamente per 10 milioni e 2 milioni. Vi sono poi i minori introiti da refezione scolastica per circa 200 mila euro in conseguenza della contrazione già registrata nel 2016, ma anche i minori contributi regionali per il settore Commercio per circa 300 mila euro e le maggiori entrate per contributo una tantum da Unicredit per 1 milione di euro.

LA VALUTAZIONE DELL'ASS. AL BILANCIO PALOSCHI - “Il bilancio 2017, ultimo per l’attuale Amministrazione, non presenta variazioni di particolare rilievo rispetto alla tendenza degli ultimi anni – precisa l’assessore al Bilancio Pier Luigi Paloschi – continua la contenuta diminuzione delle risorse di parte corrente che non possono essere incrementate anche a causa del divieto di aumento delle aliquote e tariffe dei tributi comunali. Nel bilancio di previsione 2017 questa lieve diminuzione è stata compensata, ai fini di garantire l’equilibrio di parte corrente, principalmente attraverso riduzioni di spesa. Nell’ambito dell’entrate da evidenziare: per i trasferimenti statali, il bilancio di previsione è stato redatto sulla base della legislazione vigente, in attesa di conoscere i dettagli delle attribuzioni che saranno comunicati dal Ministero dell’Interno nel corso del 2017 e che, al momento attuale, non è ancora possibile conoscere. In particolare il fondo di solidarietà comunale è stato stimato in euro 32.765.000 tenendo conto dell’importo riconosciuto dal Ministero dell’Interno nel 2016. Il gettito dell’addizionale comunale all’Irpef è stato determinato sulla base della vigente normativa con la medesima aliquota già deliberata negli anni precedenti e pari allo 0.8 per cento, con una soglia di esenzione pari a 10.000 euro. La previsione di 32 milioni 330 mila euro tiene conto del nuovo criterio di contabilizzazione dettato dalla Commisione Arconet a gennaio 2016. Il gettito della Tari è stato previsto in 44.762.320 euro in modo da garantire la copertura integrale del costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. La previsione per il gettito dell’Imposta di soggiorno nell’anno 2017 è pari ad euro 2 milioni 800 mila sulla scorta dell’andamento del gettito nel 2016. Si ricorda che il gettito è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, manutenzione, fruizione e recupero beni culturali e ambientali locali e dei relativi servizi pubblici locali”.

Per quanto riguarda l’ammontare complessivo della spesa in conto capitale, destinata alla realizzazione di opere pubbliche e all’acquisto di beni durevoli, è prevista in circa 117,4 milioni di euro. I principalI interventi previsti sono la manutenzione straordinaria e rifacimento strade e marciapiedi delle Circoscrizioni per 4 milioni di euro, la realizzazione nuovo palazzetto dello Sport a San Massimo per 2.140.000 euro, la realizzazione di un percorso ciclopedonale di collegamento tra le piste ciclabili dei canali Biffis e Camuzzoni per 1 milione 800 mila euro, l'adeguamento strutturale-antisismico e impiantistico del deposito librario di “Palazzo Nervi” per 1 milione 600 mila euro e gli interventi di riqualificazione dell’asilo notturno Camploy nell’ambito del programma operativo regionale 2014-2020 per 1 milioni 316 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento