Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Milano / Corso Milano

Prova a scappare e colpisce un carabinieri: 35enne fermato con eroina e più di 5 mila euro

I carabinieri di Verona avevano notato quegli strani passaggi dalla sua mano a quella del presunto acquirente e quando il sospetto ha capito di essere stato visto, ha cercato vanamente la fuga prima in bici e poi a piedi

I carabinieri della Compagnia di Verona lo avrebbero notato mentre cedeva della droga ad alcuni "clienti", ma quando hanno cercato di acciuffarlo è fuggito, arrivando a colpire con violenza il volto di un operatore. Intorno alle 11.40 di domenica E.K.C., 35enne cittadino tunisino senza fissa dimora, disoccupato e pregiudicato, è stato arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

WhatsApp Image 2021-06-28 at 16.26.12-2

Mezz'ora prima l'uomo sarebbe stato notato dalle forze dell'ordine vicino ad alcuni soggetti indicati come tossicodipinenti, ma non si sarebbe accorto della presenza dell'equipaggio della Sezione Radiomobile e avrebbe continuato ad armeggiare con strani e sospetti “passaggi” di sostanze da una mano (la sua) all’altra (degli acquirenti).
Quando si è accorto della presenza dei militari, avrebbe cercato di dileguarsi in sella alla sua bici, ma la loro immediata reazione non gli ha permesso di tagliare la corda:dopo un rocambolesco inseguimento di un centinaio di metri, che ha portato la gazzella anche a percorrere contromano corso Milano, gli è stata praticamente sbarrata la strada. A quel punto sarebbe sceso dalla bicicletta per cercare di allontanarsi a piedi, ma i carabinieri sono riusciti a raggiungerlo ed acciuffarlo, anche grazie all'intervento di un altro equipaggio. Sarebbe scattata allora la violenta reazione di E.K.C. che ha dato il via alla colluttazione, durante la quale ha sferrato un pugno in faccia al graduato che ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni

Bloccato e ammanettato, sarebbe stato perquisito e trovato in possesso di 6 dosi di eroina confezionate e pronte per la vendita, oltre a denaro contante pari a ben 5675 euro, ritenuti il frutto dell'attività illecita e forse anche il principale motivo del tentativo disperato di fuga. In suo possesso sarebbero stati trovati anche due cellulari, attraverso i quali riceveva le "ordinazioni" dai propri clienti. 
Il tutto è stato posto sotto sequestro e lunedì mattina il 35enne è comparso davanti al giudice monocrato del tribunale di Verona, che ha convalidato il provvedimento e disposto la misura cautelare del carcere in attesa di processo che per ora è stato rinviato al 5 ottobre. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prova a scappare e colpisce un carabinieri: 35enne fermato con eroina e più di 5 mila euro

VeronaSera è in caricamento