Si è spento il maestro Ennio Morricone, lo scorso anno fu grande protagonista in Arena

Il maestro Ennio Morricone è morto in una clinica romana, aveva 91 anni

Ennio Morricone - immagine d'archivio

Nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 luglio si è spento in una clinica romana il grande maestro e compositore Ennio Morricone. Secondo quanto si apprende il decesso sarebbe avvenuto per le conseguenze di una caduta che gli avrebbe inizialmente causato la rottura del femore. Premio Oscar e grande artista, Ennio Morricone è stato autore di alcune fra le più belle colonne sonore di film che, grazie anche al valore aggiunto del suo contributo, sono poi entrati di fatto tra quelli indimenticabili: dai western di Sergio Leone a Sacco e Vanzetti, da C'era una volta in america a The Untouchables, o anche Nuovo cinema Paradiso, Malena, Mission, il recente The Hateful Height di Tarantino, per non dimenticare le collaborazioni con Dario Argento (4 mosche di velluto grigio, Il gatto a nove code) e Pasolini (Uccellacci e uccellini, Salò o le 120 giornate di Sodoma), ma qualsiasi lista finirebbe inevitabilmente con l'essere parziale.

I funerali di Ennio Morricone si terranno in forma privata «nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza». Ad annunciarlo è stata direttamente la famiglia del grande maestro, attraverso una nota ufficiale siglata dall'amico e legale Giorgio Assumma. Morricone, si legge nel documento, si è spento «all'alba del 6 luglio in Roma con il conforto della fede». La nota poi specifica che il maestro «ha conservato sino all'ultimo piena lucidità e grande dignità. Ha salutato l'amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stato accanto fino all'estremo respiro, ha ringraziato i figli e i nipoti per l'amore e la cura che gli hanno donato. Ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività».

Il post Facebook del sindaco Sboarina - Morte Ennio Morricone

Il post Facebook del sindaco di Verona Federico Sboarina

L'Italia perde oggi uno dei suoi migliori artisti di sempre, il mondo del cinema internazionale resta orfano di un creatore che difficilmente conoscerà mai eguali e, nel suo piccolo, anche la città di Verona piange un artista che in Arena ha saputo regalare emozioni uniche ed irripetibili a migliaia e migliaia di ascoltatori. Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha dichiarato: «Voglio ricordarlo così. Un grande artista e un grande amico di Verona. Ennio Morricone è stato il più grande compositore di musica da film. Memorabili i suoi brani come le sue esibizioni in Arena. La sua scomparsa è un lutto per il mondo artistico internazionale e per la nostra città, che lo ha sempre ammirato».

Giusto l'anno scorso, il 18 e 19 maggio, Ennio Morricone era stato infatti protagonista all'anfiteatro scaligero per due concerti memorabili che facevano parte del suo "60 years of music world tour". Annunciando quei concerti Morricone aveva dichiarato al tempo: «È una benedizione poter ancora dirigere i miei concerti in tante meravigliose città europee e sono grato per la generosità che il mio pubblico continua a dimostrarmi». Mai come oggi è forse allora arrivato il momento per il suo pubblico di dire "grazie" al maestro Ennio Morricone, per la generosità artistica ed umana che in tutta la sua vita ha saputo dimostrare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento