Emergenza neve nel Bellunese: due mezzi della Protezione Civile di Verona in aiuto

«In queste situazioni di emergenza l'unione fa la forza, serve l'aiuto di tutti e ce lo ricordiamo bene con quello che è capitato anche a noi lo scorso 23 agosto», ha detto il sindaco Federico Sboarina

I mezzi della Protezione Civile

Verona ha inviato lunedì 4 gennaio due mezzi nel bellunese, per supportare le operazioni di soccorso nei territori colpiti dell’emergenza neve.
Dalla sede della Protezione Civile comunale al Quadrante Europa, sono partiti un camion con ribaltabile ed un bobcat corredato di pala, diretti in Comelico in provincia di Belluno. I due mezzi saranno impiegati in interventi urgenti di pulizia e di riapertura delle strade montane rimaste bloccate a causa della forte precipitazione di neve. La zona, infatti, è una delle più colpite del bellunese, in cui sono ancora presenti i maggiori problemi, con centri abitati isolati e rischio valanghe.

IMG-20210104-WA0017-2

L’operazione, coordinata dai volontari della Protezione Civile comunale e della sezione di Verona-Mincio, sarà effettuata nelle giornate del 5 e 6 gennaio, con il rientro dei mezzi a Verona previsto nella serata/notte dell’Epifania. Camion e bobcat saranno utilizzati dai volontari dell'Associazione Nazionale Alpini, con il Coordinatore sezionale Alberto Paiola.

Alla partenza del camion e del bobcat erano presenti il sindaco Federico Sboarina, l'assessore alla Protezione civile Marco Padovani e il comandante della Polizia locale e responsabile Protezione civile Luigi Altamura.

IMG-20210104-WA0023-2

«Le forti nevicate del bellunese – sottolinea il sindaco – hanno causato diversi problemi nelle zone montane più colpite. Per questo la Protezione civile regionale ha allertato tutte le città, chiedendo ogni supporto. Abbiamo accolto subito la chiamata ad intervenire per essere di aiuto ai cittadini di quei comuni che si trovano ancora isolati. In queste situazioni di emergenza l'unione fa la forza, serve l'aiuto di tutti e ce lo ricordiamo bene con quello che è capitato anche a noi lo scorso 23 agosto. Ringrazio i volontari che si sono messi a disposizione e che, ancora una volta, hanno dimostrato la loro grande disponibilità all’aiuto. In questi casi davvero la solidarietà fa la differenza e in questo gli Alpini non si tirano mai indietro».

«I mezzi inviati – spiega l’assessore Padovani – saranno impiegati nei prossimi giorni nella pulizia delle strade dalla neve. Si tratta, in molti casi, di passaggi viari ristretti, dove il bobcat è più facilitato ad intervenire. Nel camion, che procederà alle sue spalle, sarà invece confluita tutta la neve raccolta. I mezzi saranno utilizzati da nostri volontari, che si sono resi immediatamente disponibili ad intervenire e che per questo ringrazio».

mezze_e_gruppo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento