rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

L'avvocato Egidio Verzini contro Berlusconi: "Perchè si ostina a negare?"

Il legale veronese che difese Ruby tra luglio e giugno 2011 commenta le scelte del Cavaliere sul processo: "Dovrebbe assumere comportamenti adeguati per il bene del Paese"

"Berlusconi assuma comportamenti istituzionalmente più adeguati ed eticamente più corretti per il bene del Paese. Perché ostinarsi a negare la convinzione popolare?". A parlare il  giorno dopo la richiesta di condanna a 6 anni di carcere per Berlusconi è l'avvocato veronese Egidio Verzini, ex legale di Ruby. In particolare commenta le affermazioni dell’ex premier che, in un’intervista di pochi giorni fa a Canale5, aveva spiegato di non avere "niente da nascondere" riguardo alle serate di Arcore. ”Perché si ostina così?”, si domanda Verzini, sottolineando che ”non mi sembra adeguato”.

Verzini fu legale di Ruby tra giugno e luglio 2011 e sembrava che la ragazza potesse costituirsi parte civile. Ruby, che non condivideva la linea difensiva, tornò a essere seguita dal precedente legale. L’avvocato, praticante presso il Foro di Verona, entrò nel processo al Cavaliere quasi a sorpresa, il 6 giugno del 2011, quando il dibattimento era cominciato solo da due mesi. Assunse la difesa di Ruby come persona offesa del reato di prostituzione minorile, prendendo il posto dell’avvocato Paola Boccardi e dopo che la ragazza aveva già cambiato due avvocati. Il legale dopo i commenti brevi rivolti a Berlusconi avrebbe detto di non voler aggiungere altro in merito della vicenda che ha portato a processo l’ex premier, per "il rispetto del segreto professionale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'avvocato Egidio Verzini contro Berlusconi: "Perchè si ostina a negare?"

VeronaSera è in caricamento