Polizia locale e carabinieri, blitz in un edificio abbandonato: 6 persone denunciate

Dovranno rispondere di invasione di edificio, gli abusivi che vivevano nello stabile di via Francia, a Verona, sgomberato dalle forze dell'ordine nella mattinata di mercoledì

Una fase delle operazioni di sgombero

Sei persone sono state segnalate all’autorità giudiziaria per invasione di edificio, dopo il blitz in un immobile scattato mercoledì mattina. È il risultato dell'operazione di sgombero della Polizia locale di Verona che, con la collaborazione dei carabinieri scaligeri, è intervenuta per liberare dagli abusivi uno stabile in via Francia, dove era già stato fatto un servizio analogo: una decina gli agenti e ufficiali, supportati da pattuglie dell'Arma, che hanno fatto irruzione nell'immobile in passato già utilizzato come riparo da persone senza fissa dimora
Sono stati dei residente della zona a segnalare nei giorni scorsi delle presenze sospette nei pressi dello stabile e nella mattinata del 24 giugno, anche il sindaco Federico Sboarina e l’assessore alla sicurezza Daniele Polato si sono recati sul posto per seguire le operazioni.

Il sindaco Sboarina e l'ass. Polato durante lo sgombero in via Francia-2

All’interno dell’edificio, le forze dell'ordine hanno trovato sei persone che avevano adattato in modo precario alcune unità immobiliari dello stabile alle proprie esigenze. Si trattava di cittadini nigeriani, senza fissa dimora, che ora saranno chiamati rispondere di invasione di edificio, in quanto la proprietà ha presentato denuncia contro l’utilizzo abusivo della struttura e ha provveduto a far murare gli ingressi da parte di un’impresa.

Il sindaco Sboarina e l'ass Polato durante lo sgombero-2

«Ennesimo intervento in Zai – ha detto l’assessore alla Sicurezza Polato – e come avevamo promesso continua l’attività della Polizia locale a favore del controllo del territorio e nel contrasto alle situazioni di illegalità. In questo caso, sgombero di un immobile privato occupato da persone senza fissa dimora. Questa è l’ennesima prova di un’Amministrazione sempre attenta ai quartieri. Il nostro impegno non cambierà, perché solamente con il lavoro continuativo e giornaliero si può ottenere il risultato che ci siamo prefissati, cioè rendere Verona una città sicura e accogliente, ma che non può accettare che le persone vivano in queste condizioni. Ringrazio gli agenti e l’Arma dei Carabinieri per il lavoro svolto, oltre ai cittadini e ai residenti. Sempre di più le loro segnalazioni sono fondamentali e ci permettono di realizzare operazioni come questa, necessarie per garantire la sicurezza di tutti i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento