rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Ecco i finanziamenti per la casa di riposo

Il 60% dell'immobile verr venduto alla fondazione che la gestisce da 30 anni

Grazie ad una buona strategia finanziaria, la vecchia casa di riposo di San Bonifacio verrà messa a nuovo. L'edificio dedicato a don Bortolo Mussolin, si salva ad un passo dalla chiusura.

“Al Comune servivano urgentemente entrate correnti per non sforare il Patto di stabilità con pesantissime conseguenze”, spiega il sindaco Antonio Casu. “La liquidità pregressa di cui dispone l’amministrazione, infatti, non è utilizzabile in base alla Finanziaria. La casa di riposo deve subito essere messa a norma per non morire”, prosegue il primo cittadino, “ed il costo notevole dell’intervento non avrebbe potuto essere affrontato”.

Ed ecco la soluzione: “Il 60 per cento dell’immobile sarà venduto alla fondazione Oasi (Opere di assistenza e servizi integrati) che la gestisce brillantemente fin dal 1980 e del cui Cda fa parte il Comune. Il restante 40 resterà di proprietà del Comune di San Bonifacio. Il valore di stima dell’intero fabbricato è di 5 milioni e l’accordo con la fondazione prevede un importo di 3 milioni che andranno al Comune, metà dei quali in contanti, e la messa a norma dello stabile a carico di Oasi”, chiarisce il sindaco Casu, che conclude: «”Questa operazione è l'unica che attualmente consente al Comune di incassare subito un milione e mezzo, per coprire le mancate entrate dovute alla crisi, mantenendo al tempo stesso una quota di proprietà della casa di riposo, che potrà essere completamente rimodernata, facendo sopravvivere questo fondamentale servizio per la nostra comunità”.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco i finanziamenti per la casa di riposo

VeronaSera è in caricamento