Vìolano le misure emesse dal giudice e vengono portati in carcere

Due uomini sono stati raggiunti dalle ordinanze di custodia cautelare per aver trasgredito le disposizioni dell'autorità giudiziaria e sono stati arrestati dai carabinieri

I carabinieri di Verona

Nella giornata di giovedì, due persone sono state arrestate rispettivamente dai carabinieri della sezione radiomobile di Verona e della stazione San Massimo, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere. Si trattava di un classe 1975 originario della Tunisia e di un veronese classe 1976, entrambi pregiudicati e nullafacenti. 

Il primo avrebbe ripetutamente violato la misura del divieto di dimora nel comune di Verona, rendendosi peraltro responsabile di altri reati come lo spaccio di sostanze stupefacenti, per il quale è finito in manette poco più di una settimana fa, sempre grazie al nucleo operativo e radiomobile di Verona. Nei suoi confronti è dunque stata emessa la misura della custodia cautelare in carcere. 

Il secondo individuo invece si trovava già agli arresti domiciliari, anche lui per reati inerenti al mondo degli stupefacenti, che avrebbe però violato contravvenendo così alle disposizioni dell'autorità giudiziaria. L'uomo è stato dunque condotto nella casa circondariale di Montorio, in seguito alla misura restrittiva emessa dall’Ufficio di Sorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento