Ancora droga sui Bastioni di Verona: il sequestro eseguito dalle pattuglie a cavallo

Durante Fiera Cavalli in azione le pattuglie ippomontate della polizia di Stato

Reparto a cavallo della polizia di Verona sui Bastioni

Nell’ambito delle iniziative volute dal questore di Verona durante il periodo di Fiera Cavalli, oltre alla prestigiosa presenza della Fanfara, sono stati organizzati alcuni servizi mirati di prevenzione dei reati, svolti con l’ausilio delle pattuglie ippomontate della polizia di Stato.

Oltre ai numerosi servizi di ordine e sicurezza pubblica, antiborseggio e anti bagarinaggio svolti dagli agenti della questura di Verona, sia all’interno del centro espositivo che nelle vie immediatamente limitrofe al quartiere fieristico, ieri pomeriggio le pattuglie dal Reparto a Cavallo del Centro di Coordinamento della Polizia di Stato di Ladispoli hanno eseguito una capillare attività di monitoraggio. Il servizio era in particolare volto al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e si è concentrato soprattutto sulla zona dei Bastioni.

Nello specifico, l’attività svolta dal personale del reparto, affiancato dagli agenti delle volanti della questura di Verona e da due unità cinofile specializzate in servizi antidroga, ha portato al sequestro, a carico di ignoti, di circa un etto di sostanze stupefacenti. Si trattava di hashish e marijuana, droga già suddivisa in involucri e dunque pronta per la vendita.

L’attività nel suo complesso, oltre a condurre al sequestro della droga abbandonata, probabilmente nascosta dai pusher e pronta per essere prelevata in un secondo momento, ha consentito di identificare diverse persone, alcune delle quali sono state accompagnate presso gli uffici di oolizia per essere sottoposte ad accertamenti. Nei confronti di tre cittadini extracomunitari, irregolari sul territorio nazionale, la polizia rivela di aver avviate le pratiche previste dalla vigente normativa in tema di immigrazione, mentre uno di questi, un cittadino marocchino 31enne, è stato denunciato a piede libero per aver violato l’ordine di lasciare il territorio nazionale già disposto nei suoi confronti dal questore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento