Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco di Verona Sboarina interviene sulle misure contenute nel nuovo Dpcm

Il primo cittadino scaligero fornisce aggiornamenti in virtù delle nuove norme in vigore dal 5 novembre fino al 3 dicembre

In attesa di sapere in quale delle tre "fasce di rischio" rientra il Veneto (gialla, arancione o rossa) stabilite dall'ultimo Dpcm, il sindaco di Verona Federico Sboarina ha illustrato quelle che saranno le nuove misure anti Covid-19 che, salvo eventuali ulteriori restrizioni, saranno vigenti anche a Verona, come su tutto il territorio nazionale, fino al 3 dicembre 2020. L'entrata in vigore del Dpcm era prevista per giovedì 5 dicembre, ma Palazzo Chigi ha comunicato in una nota che l'slitterà a venerdì 6 novembre e annunciato una conferenza stampa per questa sera alle ore 20.20.

Nella notte Conte firma il Dpcm: dalla zona gialla alla rossa, cosa cambia nell'Italia divisa

«Da domani anche a Verona ci saranno nuove restrizioni. - afferma il sindaco Federico Sboarina - Chiusi i musei comunali e i centri commerciali il week end. Al momento non vedo la necessità di chiudere le piazze, i veronesi in generale sono già attenti al distanziamento. Adesso si apre la partita più grande, attendiamo di capire dal Governo in quale delle tre fasce di rischio è collocato il Veneto, a seconda dei 21 parametri che vengono vagliati dal ministero della Salute. Il tema della crisi economica e della tenuta dei nostri settori cittadini è altrettanto forte».

Misure sul piano nazionale (salvo restrizioni ulteriori)

1 - Limitazione della circolazione delle persone, il cosiddetto "coprifuoco"dalle 22 (il servizio di asporto e take away sarà consentito fino alle 22);

2 - Possibilità, per i sindaci, di chiudere piazze, vie o aree della città qualora fosse necessario per evitare assembramenti;

3 - Ritorno dell’autocertificazione: per uscire di casa dopo le dieci di sera occorrerà provare di doverlo fare per ragioni di lavoro necessità, salute e studio;

4 - Sport: saranno consentite solo le competizioni di livello nazionale o internazionale; chiusura dei musei e delle mostre;

5 - Didattica a distanza al cento per cento per le scuole superiori, salvo laboratori in presenza; per le scuole elementari e medie e per i servizi all’infanzia resta l'attività in presenza ma con uso obbligatorio delle mascherine (salvo che per i bimbi al di sotto dei 6 anni);

6 - Nei mezzi di trasporto pubblico locale la capienza viene ridotta al 50 per cento (prima era all'80 per cento);

7 - Il sabato e alla domenica e nelle giornate festive, sono chiusi i centri commerciali, ad eccezione delle farmacie, generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Il sindaco di Verona Sboarina interviene sulle misure contenute nel nuovo Dpcm

VeronaSera è in caricamento