Cronaca Santa Lucia e Golosine / Piazzale Romano Guardini

Verona. Il Dottor Kegel penetra all'istituto Marconi ma stavolta finisce nelle mani della polizia

Si è guadagnato l'antipatia di diversi professori negli ultimi mesi con le sue incursioni e i suoi lanci di pigne ma questa volta il misterioso clown non ha fatto bene i suoi conti e gli agenti della Questura lo hanno braccato

Ha deciso di colpire nuovamente questa mattina in un istituto scolastico veronese ma, evidentemente, non aveva studiato un piano di fuga in grado di evitare la prontezza di intervento degli uomini della Squadra Volanti.

Si tratta dell’autonominatosi “Dottor Kegel”, il misterioso clown che negli ultimi mesi a suon di incursioni nelle scuole e lanci di pigne si è guadagnato l’antipatia di molti professori per aver interrotto più di una lezione a scopo “dimostrativo”, senza però mai formulare delle reali rivendicazioni socio-politiche. L’ultima bravata proprio questa mattina quando, intorno alle 10.15, il clown, al grido “I’m Doctor Kegel, I’ll save the school” si è introdotto nei locali dell’Istituto Marconi approfittando di una porta che da sul cortile interno. Raggiunto il secondo piano, il clown si è infilato in due aule, urlando e lanciando volantini.

Questa volta, infatti, il disturbatore ha abbandonato le sue amate pigne per passare al lancio di volantini. Peccato però che su di essi fosse riportata solamente una banale réclame di se stesso, nella grafica di un documento di identità chiaramente modificato. Il fac simile del documento, riportante la sua fotografia sogghignante e travestito, era infatti compilato con dati di fantasia secondo i quali il fantomatico Dottor Kegel, nato a Londra nel 1986 e avente quindi cittadinanza inglese, sarebbe di stato civile libero e svolgerebbe la professione di ingegnere. Alto 1.83 m., con capelli ed occhi rossi, si distinguerebbe per aver al seguito la cassetta con le sue famose pigne. Il volantino era completato dal richiamo a visitare la sua pagina Facebook e da un finto timbro ricavato da un’immagine del cartone animato “The Simpson”.
Al termine della bravata, il clown si è allontanato di corsa, seguito in bici da uno dei professori, il quale ha inoltre avvisato il 113.

Gli Agenti delle volanti sono intervenuti immediatamente per rintracciare lo sconosciuto che si era dato ala fuga. Sconosciuto che doveva essere molto rilassato questa mattina, visto che i poliziotti lo hanno facilmente notato mentre stava salendo su di un autobus presso la fermata di Piazzale Olimpia. Fermato l’autobus, i poliziotti hanno fatto scendere il colorato fuggitivo e, visto il mascheramento e l’assenza di documenti, lo hanno condotto in Questura per l’identificazione.
Una volta in ufficio, così, si è finalmente svelato il mistero della reale identità del Dottor Kegel. Si tratta di P.P., 22enne originario di Gavardo e residente a Brescia.
Per quanto accaduto, il giovane clown è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona. Il Dottor Kegel penetra all'istituto Marconi ma stavolta finisce nelle mani della polizia

VeronaSera è in caricamento