Virus: coppia cinese dona 40 mila euro allo Spallanzani, avevano pernottato a Verona

La coppia di turisti cinesi furono il primo caso di ricovero in Italia per coronavirus Sars-CoV-2

Coronavirus - ospedale

La coppia di turisti cinesi che per primi furono ricoverati in Italia a Roma presso l'ospedale Spallanzani con sintomi legati all'infezione da coronavirus Sars-CoV-2, hanno compiuto in questi giorni un'importante donazione verso la struttura che li aveva accolti per le cure. I due, prima di andare a Roma, avevano anche soggiornato nella città di Verona per una notte, presso un hotel in zona fiera. La notizia si era diffusa lo scorso 31 gennaio e si erano attivati in terra scaligera anche i tecnici dell'Ulss 9 Scaligera che avevano svolto un'indigine epidemiologica accertando un solo contatto con un addetto dell'hotel dove la coppia aveva soggiornato.

Il ricovero all'ospedale Spallanzani è stato per la coppia di turisti cinesi piuttosto lungo, le loro condizioni di salute sono andata via via migliorando fino alle dimissioni. In queste ore è quindi arrivato l'annuncio della donazione, quale forma di ringraziamento, da parte degli stessi turisti cinesi che hanno donato la somma di 40 mila euro all'ospedale Pallanzani che gli aveva curati. La notizia è stata divulgata direttamente dal ministro della Salute Roberto Speranza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I primi pazienti Covid ricoverati in Italia erano due turisti cinesi. Oggi hanno donato 40 mila euro all’ospedale Spallanzani che li ha curati. È un bel gesto. - ha commentato il ministro Speranza - Ora più che mai dobbiamo sempre difendere il principio di universalità del nostro Servizio Sanitario Nazionale. Se un essere umano sta male va curato. Sempre e comunque. Indipendentemente dalla sua condizione economica o da dove sia nato», ha concluso il ministro della Salute Roberto Speranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento