Ai domiciliari per rapina, non lo trovano a casa al momento del controllo

Un giovane residente a Vestenanova è stato nuovamente tratto in arresto venerdì, dopo che i carabinieri di San Giovanni Ilarione l'hanno sorpreso al di fuori della propria abitazione

I carabinieri di Vestenanova

Nella mattinata di venerdì 20 novembre, i carabinieri della stazione di San Giovanni Ilarione, hanno tratto in arresto C.A., italiano classe 1993, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine.

Il giovane era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la sua abitazione, dopo essere finito in manette nei primi giorni di novembre per una tentata rapina ai danni di una donna nel vicentino, ma al momento dei controllo dei militari non si trovava in casa violando così le prescrizioni impartite, in quanto non aveva ricevuto alcuna autorizzazione dalla competente autorità giudiziaria. 
Sono scattate così le ricerche che hanno permesso di rintracciare C.A. poco dopo a Vestenanova: a quel punto il giovane è stato accompagnato presso la stazione di San Giovanni Ilarione per le incombenze di rito.

Nella mattinata di sabato, presso il Tribunale di Verona, si è svolto il rito per direttissima; C.A. è stato quindi sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari in attesa della definizione del processo fissato per febbraio prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

Torna su
VeronaSera è in caricamento