menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nubifragio, Verona

Nubifragio, Verona

Danni nubifragio a Verona, ancora 48 ore per presentare le domande di risarcimento

Il termine ultimo è venerdì 22 gennaio, poi la documentazione sarà inviata alla Regione

C'è tempo fino a venerdì prossimo 22 gennaio per presentare la nuova documentazione, richiesta dal Dipartimento nazionale della Protezione civile, per il risarcimento dei danni subiti con il nubifragio del 23 agosto. Si tratta di una modulistica parzialmente diversa da quella raccolta nelle settimane subito successive alla calamità naturale che ha colpito Verona e il suo territorio, con danni stimati che superano i 15 milioni di euro.

In questa seconda fase si chiedono informazioni più dettagliate rispetto ai danni subiti. Fino alla fine della settimana, in sala Lucchi resta attivo il servizio di raccolta delle domande e di supporto ai cittadini nella compilazione dei moduli. Il servizio è completamente gratuito, con postazioni ben distanziate in rispetto delle misure anti Covid, e viene svolto dai funzionari del Comune e della Protezione civile con l'ausilio dei geometri dell'Ordine veronese che sono a disposizione per rispondere a quesiti specifici.

Sportello gratuito in sala Lucchi

Il servizio nella sala Lucchi del palazzetto Masprone è operativo fino a venerdì 22 gennaio, dalle 9 alle 13 (disponibile il parcheggio A dello Stadio). A questo link è disponibile tutta la nuova documentazione da compilare con riferimento "OCDPC n. 704/2020 Eventi meteorologici verificatisi nel mese di agosto 2020 nel territorio delle province di Belluno, Padova, Verona e Vicenza - Note e Modulistica": https://www.regione.veneto.it/web/gestioni-commissariali-e-post-emergenze/2020-ocdpc-704-ricognizioni. Tutta la documentazione è reperibile anche sul sito del Comune.

I rimborsi possono essere richiesti sia per danni a strutture private sia per quelli ad attività economiche. I cittadini sono invitati a compilare e a trasmettere i modelli: scheda B1 per i privati e scheda C1 per le attività economico-produttive. A supporto della cittadinanza è attivo il numero 045.80.52.113 della Protezione Civile oppure anche il numero verde 800 20 25 25 dell'Urp del Comune. Le domande, corredate dalla fotocopia del documento di identità, possono essere consegnate a mano o inviate via mail all'indirizzo protezione.civile@pec.comune.verona.it. Il termine ultimo è venerdì 22 gennaio, dopodiché tutta la documentazione pervenuta verrà inviata in Regione e successivamente al Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento