Cronaca Veronetta / Via Venti Settembre

Senza documenti, dà un nome falso agli agenti: era evaso dai domiciliari

Dopo averlo fermato in via XX Settembre, a Verona, l'equipaggio della Volante lo ha portato in Questura per degli accertamenti, scoprendo che il Magistrato di Sorveglianza aveva disposto la provvisoria sospensione della misura concessa

Il quartiere di Veronetta continua ad essere al centro delle attenzioni della Polizia di Stato, come nel pomeriggio di mercoledì, quando gli agenti hanno accompagnato un uomo prima in Questura e poi nel carcere di Montorio. 

Erano circa le 15.30 e gli uomini della Squadra Volanti stavano percorrendo via XX settembre, quando hanno deciso di eseguire un controllo ordinario su un cittadino extracomunitario. L'individuo però era sprovvisto di documenti utili all’identificazione, così gli operatori hanno deciso di condurlo presso gli uffici di lungadige Galtarossa per svolgere ulteriori verifiche.
Invitato a dichiarare le proprie generalità, l'uomo ha fornito un falso nominativo, ma è stato smascherato dagli accurati accertamenti delle forze dell'ordine: si trattava di Ezzinbi Mohammed di anni 31, originario del Marocco e già giudicato in Italia per reati contro il patrimonio. Tra l'altro, essendo stato condannato per una serie di reati della medesima tipologia, avrebbe dovuto trovarsi presso la propria abitazione in quanto sottoposto al regime di detenzione domiciliare.
L'attività investigativa infatti ha portato gli agenti ad appurare che il 31enne risultava essere assente dall’abitazione da diversi giorni, motivo per il quale il Magistrato di Sorveglianza di Verona aveva disposto la provvisoria sospensione della misura concessa, ordinando l’accompagnamento dell’uomo in un Istituto Penitenziario: Ezzinbi quindi,al termine degli accertamenti del caso, è stato condotto dalla nel carcere di Montorio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza documenti, dà un nome falso agli agenti: era evaso dai domiciliari

VeronaSera è in caricamento