«Ecco le misure di contenimento del virus per le aziende che riaprono»

Le ha pubblicate Inail in un documento validato dal comitato tecnico scientifico della protezione civile. Un'iniziativa per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori in questo momento di emergenza

Inail ha diffuso, attraverso il suo sito internet, un documento tecnico contenente indicazioni utili a tutte le attività produttive in vista della possibile riapertura prevista per il prossimo 4 maggio. Nel documento si possono leggere le varie misure da adottare per evitare la trasmissione del coronavirus tra i lavoratori.
La pubblicazione è stata approvata dal comitato tecnico scientifico della protezione civile, a cui Inail partecipa con un suo rappresentante, ed è frutto di un lavoro di ricerca condotto dall'istituto anche in qualità di organo tecnico scientifico del servizio sanitario nazionale.

Nella prefazione del documento tecnico, Franco Bettoni e Giuseppe Lucibello, presidente e direttore generale dell'Inail, sottolineano: «L'istituto, nell’ambito delle diverse funzioni, assicurativa, riabilitativa, di prevenzione e di ricerca, ha messo in atto iniziative con l'obiettivo di garantire una tutela globale della salute e della sicurezza dei lavoratori, anche in questo momento di emergenza».
Tra queste iniziative, ci sono le misure di contenimento indicate nella pubblicazione. Nella prima parte del documento è illustrata una metodologia innovativa di valutazione integrata del rischio che tiene in considerazione il rischio di venire a contatto con fonti di contagio in occasione di lavoro, di prossimità connessa ai processi lavorativi, oltre all'impatto connesso al rischio di aggregazione sociale anche verso terzi.
La seconda parte contiene un focus sull'adozione di misure organizzative, di prevenzione e protezione e di lotta all’insorgenza di focolai epidemici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L’adozione di misure graduali e adeguate attraverso un nuovo modello organizzativo di prevenzione partecipato - concludono Bettoni e Lucibello - consentirà, in presenza di indicatori epidemiologici compatibili, il ritorno progressivo al lavoro, garantendo adeguati livelli di tutela della salute e sicurezza di tutti i lavoratori, nonché della popolazione».

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento