menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Documenti falsi e arnesi da scasso: una donna viene arrestata a Verona

Le volanti l'hanno fermata in via Prato Santo per un semplice controllo, mentre si trovava in compagnia di una ragazza minorenne: gli accertamenti poi hanno portato gli agenti alla loro stanza d'albergo

Il 24 luglio era già stata arrestata a Ventimiglia dalla polizia di frontiera per un analogo reato e nel pomeriggio di mercoledì C.G., nata a Padova ma residente nel campo nomadi di Baranzate di Bollate, a Milano, è finita nuovamente in manette, questa volta per mano delle volanti scaligere, per essere stata trovata in possesso di un documento di identità falso.

La donna si trovava in compagnia di una ragazza minorenne, quando è stata fermata in via Prato Santo per un normale controllo di polizia: dagli accertamenti, le due sono risultate essere prive di documenti ed in possesso di arnesi utili all'effrazione. Nella circostanza, hanno riferito di essere residenti nel campo nomadi milanese e, da una più attenta verifica, gli agenti hanno rinvenuto una ricevuta di pagamento rilasciata da un hotel cittadino che attestava il pernottamento in città per 4 giorni. 
Così i poliziotti hanno deciso di eseguire una verifica presso l'albergo e, una volta individuata la stanza assegnata alle due, hanno trovato i trolley di loro proprietà: all'interno di questi erano presenti i documenti delle due, un passaporto per la minore ed una carta di identità croata palesemente falsa riconducibile a C.G.

Tenuto conto dei suoi precedenti per reati analoghi e contro il patrimonio, la donna è stata arrestata e giovedì mattina è comparsa davanti al giudice, che ha convalidato il provvedimento prima di rimetterla in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento