rotate-mobile
Sabato, 8 Ottobre 2022
Cronaca

Divieto di accesso allo stadio per 6 ultras dell'Udinese

Il questore di Verona firma i provvedimenti dopo gli scontri tra tifosi e polizia a Porta Nuova

Riguardano sei tifosi dell'Udinese i provvedimenti di divieto di accesso agli stadi che il questore di Verona, Michele Rosato, ha firmato stamattina negli uffici della polizia. Gli ultras friulani, giunti per la partita Chievo-Udinese del 15 maggio, sono i responsabili di atti di violenza nei confronti delle forze dell’ordine dopo l’arrivo alla stazione ferroviaria di Porta Nuova, dove si erano rifiutati di salire sui pullman predisposti per il trasporto allo stadio ed avevano aggredito gli agenti con calci e pugni e con lanci di oggetti contundenti. Nell’occasione sette agenti del Reparto Mobile di Padova erano rimasti contusi.

Decisivi per l’accertamento delle responsabilità sono stati le riprese video degli agenti della polizia scientifica di Verona che hanno consentito agli investigatori della Digos di identificare senza dubbio i responsabili. "I provvedimenti- riporta una nota della questura- comportano il divieto di accesso alle manifestazioni sportive per due anni a tre ultras, mentre agli altri tre tifosi, destinatari di due daspo biennali e di uno triennale, è stato imposto anche l’obbligo di presentazione in questura a Udine durante lo svolgimento delle partite per due anni".


Anche in vista dei prossimi impegni nei play off, il questore Rosato ha assicurato la piena disponibilità della questura al dialogo con i tifosi corretti, ribadendo però che “i comportamenti violenti saranno perseguiti a norma di legge con il massimo rigore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieto di accesso allo stadio per 6 ultras dell'Udinese

VeronaSera è in caricamento