rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Ditta di solventi a fuoco, danni per un milione

Distrutto lo stabilimento Isover a Vallese di Oppeano: l'incendio durato tutta la notte

Timore e fiato sospeso per le operazioni che hanno coinvolto tutta la notte i vigili del fuoco impegnati nel domare le fiamme che hanno divorato un intero capannone nella zona industriale di Vallese di Oppeano, lungo la strada Transpolesana che collega il Rodigino al Veronese.

L’incendio è scoppiato, per cause ancora da chiarire, stanotte, alle 22e30 circa allo stabilimento “Isover” di via Spineta, 1888, dove si producono, stoccano e lavorano diluenti, coloranti e vernici per il legno. Ad accorgersi della nuvola di fumo e del principio di incendio sono stati alcuni passanti che hanno immediatamente dato l’allarme al 115 del distaccamento di Legnago e ai carabinieri. Immediatamente sul posto, i pompieri hanno messo in sicurezza la zona e hanno proceduto alle operazioni di spegnimento, che sono durate fino alle 6 di stamattina.


Un incendio che ha completamente distrutto l’edificio e tutto il materiale all’interno per un danno che si aggira sul milione di euro, 850 mila per lo stabilimento da 800 metri quadrati e 150 mila euro in prodotti andati bruciati. Ad obbligare un veloce intervento di spegnimento sono stati proprio i materiali altamente infiammabili che hanno alimentato le fiamme e che facevano temere per lo scoppio di serbatoi e per la sicurezza dell’intera zona. Sul posto è accorso anche il proprietario della Isover, Mauro Puttini, di 46 anni che alla vista delle fiamme ha avuto un malore ed è stato soccorso dall’ambulanza del pronto intervento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ditta di solventi a fuoco, danni per un milione

VeronaSera è in caricamento