Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Legnago / Via Slavacchio

Imprenditore nei guai: scoperto il distributore privato e abusivo della sua azienda

Si era fatto costruire una pompa di carburante per la sua ditta di trasporti, con una cisterna in grado di contenere quasi 9mila litri di gasolio ma un sopralluogo della polizia locale ha porta alla luce tutto quanto

I problemi per il titolare di un'azienda di trasporti del porto di Legnago, sono iniziati con un soprallugo degli agenti della polizia locale, che hanno trovato una pompa di carburante là dove non doveva esserci. 
A raccontare la vicenda è il giornale L'Arena: le forze dell'ordine hanno fatto visita all'impresa, dislocata nella campagna vicina, per eseguire una verifica inerente ad una pratica edilizia, quando si sono imbattuti nel distributore abusivo creato all'interno della proprietà. La cisterna aveva una capacità di quasi novemila litri e veniva utilizzata a scopo privato, peccato però che il proprietario non avesse alcuna autorizzazione per l'impianto, costruito per altro a ridosso della recinzione. Il 50enne quindi, come riporta il quotidiano scaligero, è stato denunciato alla Procura della Repubblica "per aver omesso di denunciare la detenzione di materiale esplodente", "per non aver attivato la richiesta del certificato di prevenzione incendi" e "per non aver adottato idonee misure atte a prevenire incendi e a tutelare l'incolumità dei lavoratori". 
La polizia legnaghese quindi ha messo sotto sequestro l'impianto, che in quel momento risultava essere vuoto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore nei guai: scoperto il distributore privato e abusivo della sua azienda

VeronaSera è in caricamento