rotate-mobile
Cronaca

Disservizi bus, Atv non ci sta "La colpa solo delle scuole"

Il vicedirettore dell'azienda Turrini: "E' ora di finirla, le responsabilit non sono sempre nostre"

Atv non ci sta a vedersi addossare tutte le responsabilità dei disservizi che stanno caratterizzando i primi giorni di scuola di molti studenti. "E' ora di finirla di essere sbattuti ogni giorno sui giornali - dichiara il vicedirettore dell'azienda di trasporto pubblico veronese, Costantino Turrini - le colpe non sono nostre, ma di quei presidi e dirigenti scolastici che hanno cambiato l'orario delle lezioni in corsa".

Il problema è semplice, ma di difficile soluzione. Perché le risorse, complice soprattutto la Regione che ha tagliato drasticamente i trasferimenti, sono poche. In questo momento le corse programmate da Atv non risultano allineate con gli orari effettivi di ingresso e uscita degli studenti, con conseguenti disagi per quest'ultimi. Soprattutto per chi abita in provincia, con lunghi tempi di attesa e corse molto affollate a fronte di altre che viaggiano semivuote.

"Proprio per evitare ciò ad aprile era strato convocato un tavolo promosso dalla Provincia che ci ha permesso di incontrare i dirigenti degli istituti scolastici - spiega il presidente di Atv, Massimo Bettarello - ma gli orari su cui poi si è fatta la programmazione invernale sono cambiati in corsa. Ci sono voluti quarantacinque giorni di lavoro per redarlo". Sul banco degli imputati, secondo l'azienda di trasporto pubblico, sale per esempio il polo costituito dal liceo scientifico Galilei e l'istituto tecnico economico Einaudi, che avrebbero cambiato le carte in tavola.

"Non sarà facile riprogrammare il servizio - continua il presidente Bettarello - tutti i mezzi nelle ore di punta sono fuori e non possiamo certo acquistare nuovi mezzi". L'unica via che si auspica è che con le scuole del territorio si trovi un accordo di buon senso. Che per esempio si lascino uscire gli studenti cinque minuti prima della campanella per non perdere la corsa o che si rimodulino gli orari in funzione del servizio di traporto. "Noi gestiamo una rete - commenta il direttore generale di Atv, Stefano Zaninelli - se tiriamo la coperta da una parte potremmo scoprirci dall'altra. Sono gli istituti scolastici che si dovrebbero adeguare al trasporto pubblico locale, non il contratio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disservizi bus, Atv non ci sta "La colpa solo delle scuole"

VeronaSera è in caricamento