Cronaca Centro storico / Piazza Erbe

Discoteche, il governo sospende il ballo. Torna la mascherina all'aperto (in orario movida)

Nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza: stop deroghe Regioni

«Sto firmando una nuova ordinanza che prevede la sospensione delle attività del ballo, all’aperto e al chiuso, che abbiano luogo in discoteche e in ogni altro spazio aperto al pubblico e l'obbligo di mascherina anche all’aperto dalle 18 alle 6 nei luoghi dove c’è rischio di assembramento». Con questo annuncio del ministro della Salute Roberto Speranza si concretizza il giro di vite da più parti ventilato che il governo vuole imprimere in queste ore per fronteggiare il rialzo dei contagi da coronavirus Sars-CoV-2 rilevati negli ultimi giorni in Italia.

Questo il testo dell'articolo 1 della nuova ordinanza che entrerà in vigore ufficialmente da lunedì 17 agosto 2020:

«Art. 1 (Misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria)

1. Ferme restando le disposizioni di cui all’articolo 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 agosto 2020, citato in premessa, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19 sono adottate le seguenti ulteriori prescrizioni:

a)  è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale;

b)  sono sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso».

Il testo della nuova ordinanza specifica inoltre che relativamente ai due punti appena elencati «le Regioni possono introdurre ulteriori misure solo in termini più restrittivi». Lo stesso ministro della Salute Roberto Speranza ha quindi poi aggiunto: «I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza». 

Sul tema è poi intervenuto anche il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia: «So che i giovani, e non solo, amano ballare; e li capisco. Ma non si può rischiare che si balli nelle discoteche, nei lidi, nei bar o nei ristoranti o in ogni luogo in cui il contagio può diffondersi rapidamente. L'Italia resta uno dei Paesi più sicuri al mondo per la sicurezza sanitaria. Questa condizione non è casuale, ma figlia dei sacrifici che abbiamo fatto e che vanno difesi. Ora è il momento di andare avanti, - ha concluso il ministro Francesco Boccia - limitando al massimo le attività che presuppongono contatti fisici e assembramenti incontrollabili. Utilizziamo il passaggio parlamentare del Decreto legge agosto per ristorare le attività che subiranno perdite».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche, il governo sospende il ballo. Torna la mascherina all'aperto (in orario movida)

VeronaSera è in caricamento