Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Corso Cavour

Autobus e proteste, la linea 21 sovraccarica. Atv: "Nuovi mezzi in arrivo"

La linea 21 degli autobus nel mirino dei tanti passeggeri che ne usufruiscono quotidianamente. Da Negrar a San Giovanni Lupatoto il viaggio è quantomai scomodo e complicato, per gli studenti così come per gli anziani. E gli abbonati protestano

Nelle ore di punta la situazione è davvero critica: gli studenti con tanto di cartelle al seguito sono stipati, gli anziani sempre più insofferenti faticano a trovare posto per sedersi. Prendere l'autobus ogni giorno diventa sempre più un'impresa, specie nelle fasce orarie più affollate e in particolare sui mezzi che coprono alcune tratte specifiche.

È il caso ad esempio della famigerata linea 21, quella che transita da Negrar attraversando l'intera città fino ad arrivare a San Giovanni Lupatoto. Gli abbonati Atv sono in rivolta, protestano e vorrebbero cambiamenti immediati. Pagare per un servio così, dicono, non è affatto giusto. Dal canto suo l'azienda dei trasporti veronese sembra intenzionata effettivamente già dal prossimo mese ad apportare alcune importanti modifiche.

Dovrebbero essere infatti messi in circolazione da dicembre una serie di nuovi mezzi della lunghezza di circa 18 metri. In merito al problema, così come riferito dall'Arena, è intervenuto anche il direttore generale di Atv Stefano Zaninelli: "Gli autobus vengono spostati a rotazione, in base alle esigenze delle varie linee. Gli aspetti di cui teniamo conto sono, oltre al numero di passeggeri, anche la frequenza con cui passano le corse e la disponibilità di mezzi. Atv possiede un certo parco mezzi, che siamo riusciti a potenziare con un piano di autofinanziamento da cinque milioni di euro. In tre anni abbiamo acquistato circa 180 autobus: più di così non potevamo fare". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus e proteste, la linea 21 sovraccarica. Atv: "Nuovi mezzi in arrivo"

VeronaSera è in caricamento