Accusato di palpeggiare le commesse: direttore di negozio finisce a processo

Si tratta di un uomo quarantenne di origine moldava, direttore in un negozio veronese

Molestie - immagine d'archivio via BresciaToday

Rinviato a giudizio con l'accusa di aver molestato sessualmente alcune dipendenti nel negozio dove lavorava nelle veste di direttore, all'interno di un centro commerciale veronese. È questa la sorte toccata ad un quarantenne di origine moldava, il quale secondo le accuse a lui rivolte e riportate da TgVerona, avrebbe approfittato del suo ruolo per profondersi, nel corso di più circostanze, in palpeggiamenti ai seni e al fondoschiena delle commesse. 

Le donne coinvolte, secondo il teorema d'accusa, avrebbero sempre manifestato la loro contrarietà a subire tali atteggiamenti, ma ciò non sarebbe bastato a far desistere il direttore del negozio. Oltre agli apprezzamenti verbali da parte dell'uomo, dunque, le commesse sarebbero state costrette a subire anche indesiderati toccamenti in diverse occasioni. Per tal motivo il 40enne è stato denunciato alla procura scaligera ed ora si troverà a dover affrontare il processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Il Veneto dal 16 gennaio è la Regione più a rischio zona rossa con il prossimo Dpcm

  • La zona arancione che in Veneto durerà almeno fino al 15 gennaio spiegata semplice

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento