Faceva la cresta al parcheggio Centro. Dipendente di Amt colto sul fatto

Nei guai uno degli addetti alla riscossione del denaro per la sosta dei bus turistici all'ex Gasometro, che pare abbia sottratto soldi all'azienda da almeno un anno

Un caso che non ha niente a che vedere con l'ammanco di denaro scoperto all'ufficio permessi, ma sempre di una sottrazione di denaro ai danni di Amt si tratta. E con la differenza rispetto al caso dell'ufficio permessi che il colpevole è stato scoperto.

La storia è stata raccontata da Lillo Aldegheri sul Corriere di Verona. Protagonista uno degli addetti alla riscossione del denaro per la sosta dei bus turistici al parcheggio Centro, all'ex Gasometro. Il trucco che usava era semplice, in pratica manometteva le ricevute. All'autista degli autobus rilasciava la ricevuta corretta, che attestava il pagamento di 55 euro per una sosta durante tutta la giornata. Sulla copia carbone che restava ad Amt però non c'era scritto 55 euro, bensì 15 euro, l'equivalente di una sosta inferiore ad un'ora. L'uomo quindi riscuoteva 55 euro, ne consegnava 15 ad Amt e se ne intascava 40.

Una volta scoperto dagli ispettori interni, il reo si è difeso dicendo di averlo fatto per la prima volta. Ma da un controllo più approfondito sono risultati casi di ricevute manomesse anche di un anno prima. Mancati incassi ancora non quantificati, ma che potrebbero aggirarsi sull'ordine delle decine di migliaia di euro.

Infine, sempre sempre secondo il Corriere, è sempre più vicino il passaggio della gestione dell'ufficio permessi. Come voluto dall'amministrazione comunale, il servizio dovrebbe passare da Amt a Solori.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Senza cinture al momento dello scontro: grave la bimba, indagata la madre

Torna su
VeronaSera è in caricamento