rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Diocesi in prima linea contro l'Alzheimer

L'iniziativa a sostegno delle famiglie dei malati

L’Ufficio Pastorale della Salute della Diocesi di Verona, in rapporto quotidiano con parenti e operatori a contatto con patologie quali la demenza e il morbo di Alzheimer, sul tema dell’assistenza ai malati e dell’affiancamento e il sostegno alle famiglie coinvolte, ha organizzato un convegno rivolto ai famigliari, agli operatori socio-sanitari, ai volontari e a quanti siano in qualsiasi modo interessati all’argomento. Il convegno si terrà sabato 13 marzo e verrà ospitato presso il “Centro Monsignor Carraro” di Lungadige Attiraglio.


Intendiamo iniziare un cammino di amicizia e di aiuto – spiega Don Roberto Vesentini Direttore dell’Ufficio Pastorale della Salute di Verona -, affiancandoci alle Associazioni di famigliari che già operano in questa realtà. Per questo abbiamo pensato di invitare a Verona due medici che, nella loro professione, sperimentano e studiano le difficoltà di comprendere chi si sta assistendo e noi stessi che assistiamo, cercando risposte alle domande di senso e di significato per queste esperienze spesso drammatiche. Un'attenzione e un aiuto particolare, avviando un progetto che si possa sviluppare in futuro, vorremmo riservarlo alle famiglie, aiutandole a superare, senza paura, la solitudine e il senso d’impotenza che molte volte colgono all'arrivo di questa malattia, cercando il modo di imparare come comunicare, anche quando il dialogo e i rapporti umani sembrano difficili o addirittura impossibili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diocesi in prima linea contro l'Alzheimer

VeronaSera è in caricamento