Cronaca Centro storico / Via Roma

Fondazione Arena, il Consiglio di Indirizzo perde un pezzo. Bauli si dimette

Michele Bauli ha dovuto prendere questa decisione a malincuore perché oltre a guidare la Confindustria locale ora ha preso anche l'incarico di presidente del Gruppo Bauli

Bauli è il secondo da destra

Tra dimissioni presentate ancor prima di cominciare e nomine che non riescono ad andare in porto, la Fondazione Arena sembra la Roma di Virginia Raggi.

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco parla di "Fondazione Arena nel pallone", dopo le dimissioni annunciate da Michele Bauli, presidente della Confindustria veronese e ora anche del Gruppo Bauli. Incarichi che lo assorbiranno completamente e quindi a malincuore Michele Bauli si è dimesso dal Consiglio di Indirizzo di Fondazione Arena, dove era stato nominato sindaco di Verona Federico Sboarina. Ancora ignoto il nome del suo sostituto, anche se molto probabilmente sarà un'altro nome importante dell'imprenditoria locale, a testimonianza della vicinanza all'ente lirico da parte del mondo dell'economia.

Le scelte personali non si discutono - ha commentato Bertucco - il dato di fatto tuttavia è che il presidente di Confindustria, il cui ingresso in Fondazione era stato annunciato per settimane con squilli di tromba e rulli di tamburi, lascia dopo una sola seduta. Sintomatico dello smarrimento anche il fatto che non si riesca nemmeno a nominare quel Gianmarco Mazzi che pure ha già presentato (a proposito, a che titolo?) il programma della stagione areniana dell’extralirica.

E nonostante le polemiche, continua il suo lavoro di sovrintendente e direttore artistico Cecilia Gasdia pronta ad assegnare a Gianfranco De Cesaris l'incarico di direttore generale e a servirsi della consulenza del già sovrintendente Renzo Giacchieri.

Si continua a parlare dell'entrata di De Cesaris senza risolvere il piccolo problema che un direttore la Fondazione Arena ce l’ha già - conclude Bertucco, riferendosi al direttore al direttore operativo Francesca Tartarotti, il cui incarico però e a termine - Dopo tutte le promesse fatte ai lavoratori in campagna elettorale sarebbe imperdonabile pensare soltanto ad accrescere il numero dei direttori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Arena, il Consiglio di Indirizzo perde un pezzo. Bauli si dimette

VeronaSera è in caricamento