rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Dimesso dall'ospedale, muore poche ore dopo: aperto fascicolo per omicidio colposo

Un 46enne veronese sabato 21 novembre si era recato al Polo Confortini per dolore diffuso al braccio e al torace. Dopo gli accertamenti è stato dimesso, morendo a casa poche ore dopo

Un fascicolo per l'ipotesi di omicidio colposo e un medico del pronto soccorso del Polo Chirurgico Confortini di Borgo Trento indagato. Questo è quanto ha disposto il magistrato di turno in seguito all'esame autoptico praticato sul corpo di Francesco, un 46enne veronese che sabato 21 novembre si era recato all'ospedale accusando dolore diffuso al braccio destro e al torace. Come riporta L'Arena, lui e la moglie sono rimasti 8 ore nel nosocomio veronese, durante le quali l'uomo è stato sottoposto a tutti gli esami previsti in caso di sospetto infarto.

I marker enzimatici avrebbero dato esito negativo, così come i due elettrocardiogrammi eseguiti a 6 ore di distanza l'uno dall'altro. Solo la pressione, secondo il medico di turno, sarebbe stata leggermente alta, perciò al 46enne era stato indicato di tenerla monitorata dopo la dimissione. Dunque, dopo 8 ore trascorse al Polo Confortini, Francesco e la moglie sono rientrati a casa e sono andati a dormire, stremati dalla giornata in ospedale. Dopo un paio d'ore di sonno, la moglie si è svegliata e si è accorta che il marito non respirava più.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimesso dall'ospedale, muore poche ore dopo: aperto fascicolo per omicidio colposo

VeronaSera è in caricamento