rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Legnago / Via A. Scarsellini, 3

Il tribunale dichiara il fallimento della Miteni: «Auspichiamo esercizio provvisorio»

«Prendiamo atto della sentenza del Tribunale che ha dichiarato il fallimento di Miteni. - si legge nella nota dell'azienda - Auspichiamo che venga disposto l'esercizio provvisorio»

Il tribunale di Vicenza ha sancito quest'oggi, venerdì 9 novembre, il fallimento della Miteni, la fabbrica trissinese da tempo al centro dell'affaire Pfas. La circostanza, così come riferito da Marco Milioni su VicenzaToday, segna un momento decisivo della tormentata vicenda che da mesi riempie le cronache regionali e nazionali per un caso che ha finito per coinvolgere tutto il Veneto centrale, comprese anche diverse zone ad est della provincia veronese (da Legnago ad Arcole).

Rimane ora da capire non solo quale sarà il futuro dei dipendenti e quello della bonifica, ma anche se sia possibile che l'azienda, nel complesso o in parte, possa essere rilevata da altri compratori.

In merito l'azienda ha diramato in queste ore una nota ufficiale, nella quale viene espresso l'auspicio che il prossimo passo possa essere quello della disposzione dell'esercizio provvisorio: «Prendiamo atto della sentenza del Tribunale di Vicenza che ha dichiarato il fallimento di Miteni. - si legge nel documento divulgato dall'azienda di Trissino - Auspichiamo che nell'interesse di tutti venga disposto l'esercizio provvisorio che permetterebbe all'azienda di proseguire le attività come da cronoprogramma, purché i lavoratori recedano dall'agitazione anomala con occupazione degli impianti, rifiutandosi di definire i comandati per la sicurezza».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tribunale dichiara il fallimento della Miteni: «Auspichiamo esercizio provvisorio»

VeronaSera è in caricamento