Cronaca Centro storico / Via Ponte di Pietra

Deruba una gelateria nella notte e si fa arrestare per la seconda volta in un mese

La segnalazione di un cittadino, arrivata alle 4.20 di notte circa, ha messo in allerta in carabinieri, che si sono subito diretti nella zona di ponte Pietra, dove hanno subito notato il malvivente

Grazie alla pronta segnalazione di un cittadino, i carabinieri di Verona sono riusciti ad arrestare un 36enne pregiudicato che aveva appena derubato una gelateria nella zona di Ponte Pietra. 
Erano circa le 4.20 della notte tra lunedì e martedì, quando un residente, sveglio per dare da mangiare con il biberon al proprio figlio, ha sentito degli strani rumori provenire dalla strada. Affacciatosi alla finestra, ha notato un uomo nascosto dietro il bagagliaio di un'auto. Pensando che stesse forzando la vettura ha quindi avvisato immediatamente i carabinieri. Arrivati sul posto i militari sono subito riusciti ad individuare il malvivente e a bloccarlo. 
L'uomo però non stava forzando il baule di un veicolo, bensì un registratore di cassa, che non voleva saperne di aprirsi nonostante l'utilizzo di un coltello. Il ladro infatti aveva aperto a calci la porta laterale di una gelateria della zona e una volta all'interno aveva preso con sé la cassa. Nelle sue tasche poi sono stati trovati in tutto 100 euro, risultati essere poi le mance lasciate nella stessa attività. 

Una volta in caserma, i miliari hanno proceduto con l'identificazione: si trattava di Carlo Alberto Faccin, 36enne veronese. L'uomo era già noto alle forze dell'ordine in quanto tossicodipendente con una lunga lista di reati alle spalle, tra i quali diversi contro il patrimonio. Faccin inoltre solamente un mese fa, il 27 marzo, era stato arrestato dalla polizia di stato per un altro episodio simile e sottoposto all'obbligo di firma in questura. Il gip della direttissima quindi, visto che il 36enne si è mostrato ancora una volta recidivo con due arresti nel giro di un mese, ha disposto la misura cautelare nel carcere di Montorio e rinviato l'udienza al 26 maggio. 

I carabinieri di Verona ci tengono a sottolineare l'importanza della segnalazione partita dal cittadino, senza la quale questo ennesimo crimine non sarebbe stato punito in maniera così tempestiva. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deruba una gelateria nella notte e si fa arrestare per la seconda volta in un mese

VeronaSera è in caricamento