rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Ubriaco aveva rubato un crocifisso, rintracciato e denunciato 26enne

La scultura in legno di Gesù è stata riconsegnata al Tempio Votivo questo pomeriggio dal questore Michele Rosato al vescovo della città, monsignor Giuseppe Zenti

Recuperata dalla squadra mobile scaligera la scultura di un Gesù crocifisso che era stata staccata dalla croce e rubata tre mesi fa al Tempio Votivo a Verona. L’oggetto sacro, non di valore artistico, è stato trovato sulla sponda di un canale, nella zona della stazione ferroviaria. Gli agenti hanno anche rintracciato e denunciato, per offesa della religione mediante vilipendio e danneggiamento, l'autore del furto, un marocchino di 26 anni, senza fissa dimora. Inchiodato dalla registrazione delle telecamere di sicurezza che l'hanno immortalato mentre, il 13 gennaio scorso, aveva staccato il Cristo dal crocifisso e lo portava via.

Secondo la polizia l’immigrato, definito uno sbandato, sarebbe stato ubriaco al momento del fatto, che non presenterebbe quindi chiari motivi ideologici. L’oggetto sacro è stato riconsegnato dallo stesso questore di Verona, Michele Rosato, al vescovo della città, monsignor Giuseppe Zenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco aveva rubato un crocifisso, rintracciato e denunciato 26enne

VeronaSera è in caricamento