Cronaca Centro storico / Piazza Erbe

Stipendi d'oro per i dirigenti sindacali della Cisl. La denuncia parte da Verona

Fausto Scandola è iscritto dal 1968 al sindacato Cisl, è presidente della Cisl Lavoro Verona e ora rischia l'espulsione, dopo la diffusione del suo dossier di denuncia che riferisce le cifre spropositate degli stipendi di molti dirigenti sindacali

Scoppia il caso stipendi d'oro all'interno del sindacato Cisl e a diffondere notizie davvero interessanti in merito, è stato Fausto Scandola un Veneto che da anni è presidente della Cisl Lavoro Verona ed è anche iscritto alla Federazione Pensionati di Verona. La sua idea di collazionare nome e cognomi, cifre e quant'altro all'interno di un dossier che accusa apertamente alcunii dirigenti della Cisl di percepire retribuzioni spropositate, si parla in alcuni casi addirittura di 300mila euro, non è ovviamente piaciuta ai diretti interessati.

Il documento è divenuto recentemente fruibile a tutti, essendo in parte stato pubblicato sul quotidiano nazionale La Repubblica che peraltro riferisce inoltre importanti dichiarazioni dello stesso Scandola: "I nostri rappresentanti e dirigenti ai massimi livelli nazionali della Cisl si possono ancora considerare rappresentanti sindacali dei soci finanziatori, lavoratori dipendenti e pensionati? I loro comportamenti, lo svolgere dei loro ruoli, come gestiscono il potere, si possono ancora considerare da esempio e guida della nostra associazione che punta a curare gli interessi dei lavoratori?".

Dal sindacato nel frattempo è già stato fatto notificare a Fausto Scandola un provvedimento di espulsione, contro il quale il "delatore" potrà presentare ricorso entro una decina di giorni. Come indicato dal Corriere del Veneto che riporta le parole di Annamaria Furlan, segretaria nazionale Cisl, il grosso problema sembra essere rappresentato proprio dalla volontà di diffondere pubblicamente il documento da parte di Scandola: "Non sono tanto decisive le offese personali che mi sono state rivolte nella lettera che mi ha inviato ma la scelta di far circolare quel documento in questo modo gettando discredito sull’organizzazione. L’organizzazione aveva bisogno di nuove regole e se le è date con il regolamento approvato il 9 luglio che entrerà pienamente in vigore il 30 settembre. Escluse d’ora in poi le possibilità di cumulo delle indennità. Abbiamo imboccato la strada della trasparenza e la completeremo con l’assemblea di organizzazione di novembre". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi d'oro per i dirigenti sindacali della Cisl. La denuncia parte da Verona

VeronaSera è in caricamento