rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Denuncia del Siulp: Sicurezza, troppi tagli"

L'assessore Codognola: "I soldi non ci sono per nessuno"

L’attuale esecutivo ha imposto molti tagli al personale, tagli che, in barba ai proclami sbandierati in campagna elettorale, hanno toccato anche la sfera della sicurezza con il pensionamento di molti poliziotti. La nostra città, purtroppo, non è stata risparmiata e il mancato reintegro degli agenti mandati in “riposo” ha  provocato un grande deficit d’organico.

Questa denuncia emerge da un comunicato emesso questa mattina dal Siulp provinciale, il Sindacato italiano unitario lavoratori polizia, che rincara la dose prospettando tempi ancora più bui. Infatti la Questura scaligera si farà carico di due “novità”. La prima è la sperimentazione del passaporto con impronta digitale e la seconda riguarda il rilascio dei permessi di soggiorno, i quali dovranno essere emessi in un tempo massimo di 45 giorni rispetto ai 150 attuali. Questo, sempre secondo il Siulp, toglierà agenti dal territorio per svolgere un mero lavoro di segreteria.
Messo a conoscenza delle denunce del sindacato, l’assessore provinciale alle Politiche della sicurezza Giovanni Codognola ha commentato: “Purtroppo i soldi non ci sono per nessuno. I sindacati, che comunque fanno il loro lavoro, devono anche capire la situazione che stiamo vivendo, altrimenti ci dicano dove trovare le risorse.”


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia del Siulp: Sicurezza, troppi tagli"

VeronaSera è in caricamento