Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Chievo / Piazza Chievo

Crollato il muro di cinta di Villa Pullè, ancora nessun intervento previsto

Da residenza signorile a ritrovo per senzatetto e tossici. Adesso il perimetro è danneggiato per la caduta di un albero durante il nubifragio della scorsa settimana

Da decenni Villa Pullè ha abbandonato gli antichi fasti, ridotta ormai ad un rudere pericolante e fatiscente, ritrovo per vagabondi e tossicodipendenti. Grate e finestre murate sono servite ad arginere il problema. Ma il degrado della villa situata in piazza Chievo non si esaurisce qui. Ad aggravare la situazione di abbandono in cui versa ci si è messa anche la tromba d´aria della settimana scorsa, che ha fatto crollare un´ampia parte del muro esterno del parco, che cadendo di schianto ha completamente schiacciato le panchine, situate dal lato della piazza.

Fortunatamente non è successo nulla, ma qualcuno avrebbe potuto farsi male. Il problema è però di difficile soluzione, perché solo il 20 per cento del parco, quella parte cioè prospiciente la chiesa del Chievo, è di proprietà comunale, il resto dell´area verde è della Provincia, per un altro 20 per cento, mentre il restante 60, compresi i due edifici che compongono la villa, appartiene all´Igei, società dell´Inps addetta alla gestione del patrimonio immobiliare. Nonostante negli anni la Sovrintendenza abbia più volte sollecitato l´Inps, che è l´unico proprietario della villa, a provvedere a lavori di recupero e riqualifica dell´area, oggi si è ancora ad un nulla di fatto. La parte anteriore del grande parco è adibita a giardino comunale, con alcuni giochi per bambini, ma tutto il resto è difficilmente utilizzabile.

Purtroppo i lavori per il recupero della villa sono fermi dal 2009, dato che l'Inps aveva assicurato finanziamenti solo per la prima delle tre fasi dei lavori. Ancora nulla di concreto, nemmeno all'orizzonte per le altre due fasi, che conprendono il rinforzo della struttura e il restauro.

 



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollato il muro di cinta di Villa Pullè, ancora nessun intervento previsto

VeronaSera è in caricamento