Degrado a Villa Pullè, Segala: "Tocca all'Inps procedere al suo recupero"

L’assessore all’Urbanistica interviene sulla questione riguardante la struttura: "L’ipotesi di cambio di destinazione d’uso della struttura, o meglio della sua valorizzazione, è stata proposta e valutata positivamente dal Comune"

“È l’Inps, come noto, proprietario di Villa Pullè e, come tale, incombe sull’Inps e non sul Comune l’onere di procedere al suo recupero e alla sua manutenzione”. Questa la posizione espressa dall’assessore all’Urbanistica Ilaria Segala in merito alla complessiva situazione di degrado presente a Villa Pullè.

“L’ipotesi di cambio di destinazione d’uso della struttura, o meglio della sua valorizzazione, – precisa l’assessore Segala – è stata infatti proposta e valutata positivamente dal Comune proprio per venire incontro ad una richiesta della proprietà, che in tal senso si è recentemente orientata. L’Inps, infatti, non ha richiesto che il Comune acquistasse la struttura - dovendosi evidentemente considerare superate le ipotesi prese in esame nei decenni scorsi - ma ha inteso avviare un percorso di valorizzazione rispetto al quale il Comune, come detto, ha dato la propria disponibilità. Ricordo infine che l’Amministrazione ha a cuore il recupero dei principali contenitori di sua proprietà, ma non sarebbe giustificabile nell’attuale contesto economico la scelta di acquisire onerosamente la proprietà di un immobile di terzi, lasciato purtroppo andare in degrado, per poi dover reperire ulteriori risorse per gli interventi necessari al suo recupero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Lutto nella Polizia di Stato: si è spento a 58 anni il commissario Rasi

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Previste quasi 9.500 assunzioni nel Veronese in questo mese di gennaio

Torna su
VeronaSera è in caricamento